L’Italia e l’italietta Letta e riletta.

Provo a immaginare il paese in cui vivo con un altro governo, totalmente rinnovato. Ma, al di fuori del parlamento, come si può cambiare in pochissimo tempo 50 mln di persone? Che, per loro natura, non cambiano molto facilmente, ma anzi sono attaccate alle loro virtù morbose, sadomasochistiche? L’italiano è composto per lo più di gente che vuol essere brutalizzata, sottomessa, trucidata, schiavizzata, inculata, ops! sottomessa, che afferma in maniera decisa che non è per nulla un popolo di morbosi, ha l’opportunità di rivincita e butta al vento anche quella. Che aspetta l’uomo forte, che attende tutti al varco, che spara sulle ambulanze, che spera che il nemico politico non abbia nessun punto in comune con il suo pensiero perché altrimenti diventerebbe un grosso problema. Che attende un rinnovamento serio sperando che non arrivi mai. Che immagina la rivoluzione a tavola, davanti a un bel dolce. Che sputa nel piatto dove mangia, ovvero ovunque. Che attende la censura e quando arriva non parla più. Che se la prende sempre con gli altri. Che utilizza il linguaggio come fosse universale. Che utilizza il pensiero come fosse universale. Che crede di essere universale. Che crede di essere. Che crede. Ma cosa!? Cosa?!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...