The Ox: John Entwistle (The Who) [2]

Il 2 febbraio di questo stesso anno ho avuto modo di introdurre questo straordinario musicista qui in questo blog, facendo un paragone sonoro con il suo compagno di sfide all’ultimo watt, chitarrista e compositore Pete Townshend. Oggi vorrei analizzare un breve video in cui Entwistle mostra una particolare tecnica che oggi è più legata ai chitarristi che ai bassisti. In realtà, come disse Townshend “sta suonando il basso, ma non sta veramente suonando il basso, è un’altra cosa”. Partiamo dalla mano destra: l’uso del plettro è prettamente chitarristico, direi hardrock e metal. Questo è dato dal fatto che notoriamente le linee di basso di Entwistle erano soliste e spesso, negli Who, sostituiva Townshend negli assoli, o quanto meno nell’arricchimento della melodia, dell’utilizzo del feedback e del suono saturo. Indice e pollice tengono ben stretto il plettro e il resto delle dita è abbastanza aperto così da consentire un movimento rapido della pennata. Va sottolineata la forma del basso Alembic la cui punta in alto a sinistra (per noi, a destra per Entwistle) diventa un vero e proprio punto di appoggio per il gomito.

Passando alla mano sinistra, in particolare nel tratto del video successivo all’inquadratura di Townshend che salta, si nota un classico passaggio oxiano (uno dei molti), una scala in tono maggiore che termina con una serie di tre glissati composti da tre note, sol-mi-re. È una sequenza velocissima e sembra quasi mandata a una frequenza maggiore del vero. Rimanendo su questo passaggio potremo notare un altro particolare importante, direi quasi da brividi: il pollice della mano sinistra è praticamente inchiodato in corrispondenza del re sulla parte superiore della tastiera e ogni tanto si vede sbucarlo fuori. Invece di seguire l’indice, il pollice resta distaccato dal resto, come se la mano fosse divisa in due parti distinte, una superiore e una inferiore.

Un musicista, ripeto, eccezionale che ha anticipato e aperto la strada a tantissimi musicisti, non solo bassisti ma anche chitarristi.

Ecco il video (mi scuso per la non perfetta sincronizzazione ma con questi cazzi di programmi non ci si capisce nulla):

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...